questa è la tua vita e sta finendo 1 minuto alla volta – Fight Club

Frasi tratte da “Apocalypse Now”

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"
 
Andavo nel posto peggiore del mondo, e ancora non lo sapevo, per settimane e centinaia di miglia su per un fiume che serpeggiava attraverso la guerra come un cavo elettrico – con il terminale inserito direttamente dentro Kurtz…
 
Chiunque combatta per il suo paese con le budella di fuori e’ degno di bere alla mia borraccia !
 
L’orrore… l’orrore
 
Se io dico che fare il surf qui è sicuro, capitano, fare il surf qui è sicuro!
 
Tu sei solo un galoppino…mandato per i sospesi del droghiere.
 
Qui è Romeo-FoxTrot. Vogliamo ballare?
 
"Allora, come ti senti, Jimmy ?" "Cattivo e figlio di puttana, signore !!"
 
"Accusare un uomo di omicidio quaggiu’ era come fare contravvenzioni per eccesso di velocita’ alla 500 Miglia di Indianapolis"
 
"A condurre la guerra era un gruppo di clown con quattro stelle che avrebbero finito per dar via tutto il circo…"
 

" Lo senti ? Lo senti l’odore ? " " Cosa ? " "Napalm figliuolo, non c’e’ nient’ altro al mondo che odori cosi’, mi piace l’ odore del napalm di mattina, una volta una collina la bombardammo per 12 ore e finita l’ azione andai li’ sopra , non ci trovammo piu’ nessuno, neanche un lurido cadavere di viet, ma quell’ odore, si sentiva quell’ odore di benzina, tutta la collina, odorava di …… di vittoria "

 
" Arriveremo a bassa quota con il sole alle spalle, e a un miglio di distanza gli sbattiamo la musica " " La musica ?? " " Io uso Wagner, fa cacare sotto i Vietnamiti , i miei ragazzi l’adorano "
 
"Ehi Lance! Spunteremo fuori a bassa quota dal sole che sorge e a 1 miglio di distanza gli spariamo la musica." "Musica?!" "Si, io uso Wagner. Quei selvaggi si cagano sotto e i miei ragazzi si gasano!!"
 
Io ho visto degli orrori,orrori che ha visto anche lei, ma non ha il diritto di chiamarmi assassino.Ha il diritto di uccidermi, ha il diritto di far questo ma non ha il diritto di giudicarmi.E’impossibile trovare le parole per descrivere ciò che è necessario,a coloro che non sanno ciò che significa l’orrore.L’orrore ha un volto e bisogna farselo amico, l’orrore.L’orrore, terrore e morale,l’orrore sono ituoi amici ma se non lo sono, esi sono nemici da temere. Sono dei veri nemici.
 
..Erano la.Un mucchio di piccole braccia e..e mi ricordo che ho pianto come una madre.Volevo strapparmi i denti di bocca.E voglio ricordare.Non voglio mai dimenticarlo.Poi mi sono reso conto come se fossi stato colpito da un diamante.Una pallottola di diamante in piena fronte. E ho pensato:"Mio Dio,che genio , che volontà per fare questo.Perfetto, genuino, cristallino, puro!".E cosi’ mi resi conto che loro erano piu’ forti di noi, perchè loro sopportavano. Questi non erano mostri, erano uomini, quadri addestrati che combattevano con il cuore, che hanno famiglia, che hanno figli, che sono pieni d’amore ma che avevano la forza di fare questo.Se avessi dieci divisioni di questi uomini i nostri problemi qui si risolverebbero molto rapidamente.Bisogna avere uomini con un senso morale e che allo stesso tempo siano capaci di utilizzare il loro primordiale istinto di uccidere senza emozioni, senza passione, senza discernimento.Ecco senza discernimento! Perché è ilvoler giudicare che ci sconfigge.
 
Non lasciare mai la barca, un principio a cui attenersi rigorosamente. A meno che non la si voglia lasciare per sempre. Kurtz era sceso dalla barca…
 
Ho osservato, una lumaca, che strisciava sul filo di un rasoio, e’ un sogno che faccio, è il mio incubo, strisciare scivolare lungo il filo di un rasoio e sopravvivere. Ho visto degli orrori,orrori che ha visto anche lei, ma non avete il diritto di chiamarmi assassino, avete il diritto di uccidermi, questo sì, avete il diritto di farlo ma non avete il diritto di giudicarmi. Non esistono parole per descrivere lo stretto necessario, a coloro che non sanno cosa significhi l’orrore. L’orrore. L’orrore ha un volto e bisogna essere amici dell’orrore, l’orrore è il terrore morale ci sono amici in caso contrario, allora diventano nemici da temere. Sono i veri nemici. Ricordo quando ero nelle forze speciali, sembra siano passati mille secoli. Siamo andati in un accampamento per vaccinare dei bambini; andati via dal campo, dopo averli vaccinati tutti contro l’abolio, un vecchio in lacrime ci raggiunge correndo, non riusciva a parlare. Allora tornammo al campo, quegli uomini erano tornati e avevano mutilato a tutti quei bambini il braccio vaccinato. Stavano lì ammucchiate un mucchio di piccole braccia, e mi ricordo, che io ho, io ho pianto come, come una povera nonna, avrei voluto cavarmi tutti i denti, non sapevo nemmeno io cosa volevo fare. Ma voglio ricordarmelo non voglio dimenticarlo mai, non voglio dimenticarlo mai. E a un certo punto ho capito, come se mi avessero sparato, mi avessero sparato un diamante, un diamante mi si fosse conficcato nella fronte e mi sono detto: Dio che genio c’è in quell’atto, che genio. La volontà di compiere quel gesto, perfetto, genuino, comlpleto, cristallino, puro. Allora ho realizzato, che loro erano più forti di noi, perchè loro riuscivano a sopportarlo, non erano mostri, erano uomini. Squadre addestrate. Questi uomini avevano un cuore, avevano famiglia, avevano bambini, erano colmi d’amore, ma avevano avuto la forza. la forza…di farlo. Se avessi avuto dieci divisioni di uomini così, i nostri problemi sarebbero finiti da tempo. C’è bisogno di uomini con un senso morale e allo stesso tempo capaci di utilizzare il loro primordiale istinto di uccidere, senza sentimenti, senza passione, senza giudizio, senza giudizio, perchè è il giudizio che ci indebolisce.
 
KURTZ:"Lei di dov’è Willard?" W:"Sono dell’Ohio signore" KURTZ:"E’ nato lì?" W:"Si signore" KURTZ:"Dove esattamente?" W:"A Toledo signore" KURTZ:"Quant’è distante dal fiume?" W:"Dal fiume Ohio signore?" KURTZ:"Uh uh…" W:"Circa 200 miglia" KURTZ:"Ho disceso quel fiume una volta…quando ero ragazzo… c’è un posto lungo il fiume, una piantagione di gardenie o forse di altri fiori un tempo… ma si sarebbe detto che il paradiso…fosse caduto sulla terra sotto forma… sotto forma di gardenie"
 
KURTZ: Lei è un assassino? WILLARD: Sono un soldato. KURTZ: Nè l’uno nè l’altro. Lei è un garzone di bottega che stato mandato dal droghiere ad incassare i sospesi…
 
 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...